Battiti

Spesso quando mi estraneo un secondo dal mio corpo, dalla mia vita e dalla mia realtà, mi assale una paura quasi reale, palpabile, di fronte a tutte le cose di cui cuor.jpgnon mi rendo conto, come i fili invisibili che muovono tutte le persone che mi circondano, me compresa.

Lo stesso avviene con il mio cuore… Di solito non penso al suo battito, mi dimentico del suo continuo pulsare, ma quando poggio una mano sul mio petto e sento i suoi sussulti mi terrorizza il pensiero che esso non si fermi mai. Per tutta la vita rimane nel mio patto a battere e la maggior parte delle volte non ne sono nemmeno cosciente.

Battitiultima modifica: 2009-11-16T21:13:00+01:00da aesha
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Battiti

  1. fermati un momento.

    ascolta il tuo respiro.

    inspira a fondo e poi smetti di respirare.

    quando non ce la fai più, ricomincia.

    non ti senti appagata? non sei felice di poter respirare di nuovo?

    ecco; ricorda questo e cerca di non dimenticarlo mai.

    la vita è fatta di piccole cose, a cui spesso purtroppo, non diamo il giusto peso.

    🙂

    un abbraccio,

    S.

  2. E si in effetti il corpo umano è una macchina quasi perfetta. Il cuore in effetti batte diciamo quasi sempre, potrebbe anche fermarsi per qualche secondo e poi ripartire, ma pensa invece al cervello quello si che se si ferma per un solo secondo difficilmente riparte. Quante volte abbiamo risposto alla domanda a cosa pensi con un ” a nulla “, non è affatto vero il cervello, quello si, non si ferma mai, anche quando dormiamo o quando siamo sotto anestesia in attesa di un’operazione. E si il corpo umano è una machina quasi perfetta ma inimitabile. Si dice il cuore ma i veri sentimenti non sono nel cuore ma nel cervello, dove dovrebbe risiedere (se esiste veramente) anche l’anima.

Lascia un commento