Pane raffermo

Mi consigliano di aprire le mani, ecco, seguo il consiglio e uso queste dita gelide (con le unghie coperte a pezzi dallo smalto che, a quanto si dice, dovrebbe rinforzarle) per asciugare le lacrime che, per una volta, sono silenziosissime. Non una tirata di naso, non un singulto, solo lacrime che appena si asciugano rendono tirata la faccia, salate le … Continua a leggere

Ferma

19.12.2010       ore 00:30   Ti penso in questa felice notte non sapendo bene cosa dovrei provare. Dolore per averti perso, felicità per averti anche solo conosciuto, curiosità per questa tua vita che ora va avanti senza di me… cosa, cosa dovrei provare? Sono ferma al bivio a cui mi hai lasciata. Non ho voluto dirti addio, ancora accecata dal mio … Continua a leggere

Carta velina

Ieri è stato bello accendere il computer alle 23.45 e sapere che avrei trovato una tua mail. È stato bello rilassare un attimo gli occhi tra le tue righe bianche dopo aver passato tutto il pomeriggio e la sera a studiare. È stato bello leggere quel tuo mezzo rimprovero che, ti giuro, mi ha davvero fatto ridere.   È stato … Continua a leggere

Sogno

La mia immagine nello specchio era esattamente la stessa, i capelli sciolti e umidi avevano lo stesso profumo di sempre e quel bagno, Dio, era davvero come tutti gli altri. Era così bello stare lì, immersa in quella luce completamente bianca, ed essere lavata lentamente da qualcuno che, in realtà, era come se non mi vedesse sul serio. Non c’erano i … Continua a leggere

Prefazione

Cosa si prova a vivere in una prefazione? Non te lo so dire, sai? È una cosa strana… io ci ho vissuto tutta una vita e ancora non lo so spiegare. Immagino che sia un po’ come vivere in un bozzo, come essere una crisalide. Uno se ne sta semplicemente là, a pensare, e non è che gliene freghi più … Continua a leggere

No emotion

Fino a due giorni fa mi sentivo vuota. Avevo l’anima intorpidita e non riuscivo a provare nulla, né una vera tristezza, nè un vero sentimento. Me ne stavo sul ciglio della mia strada a guardare il vuoto e i miei pensieri mi sfioravano appena, non mi causavano alcun dolore nemmeno i ricordi più brutti. Ogni cosa bella della mia vita … Continua a leggere

Autorimprovero

Ma porca miseria! Perché non ti va mai bene nulla? Cosa diavolo hai nella testa?, l’acqua fresca? Ma dai! Ma dico io, non sei davvero una persona normale! Ma cosa ti manca?, sii sincera… nulla, ecco la risposta. Certo, non hai un vita perfetta, diciamo anche che è parecchio lontana dalla perfezione ma, diamine, non hai motivo di sentirti così. … Continua a leggere

Cancro

Ho provato a riposare ma non ci sono riuscita. Ho ancora nel naso e nella gola l’inconfondibile sapore delle lacrime. La mia vicina di casa non è riuscita a guarire… il cancro è arrivato fino alle ossa senza che i medici se ne accorgessero ed i suoi femori si sono sgretolati all’improvviso. È accaduto tutto in pochi mesi, l’ha scoperto … Continua a leggere

Caro NonSoChi

Caro NonSoChi, scrivo a te perché non ho altri a cui scrivere ma una gran voglia di raccontare si è impadronita di me. Questa mattina, come sempre, sono andata a fare la spesa e a comprare la frutta. Mi piace il piccolo negozio che la vende, pieno di cassette di legno e di colori, di buste di carta e di … Continua a leggere