Montagne

Ricordo che, quando ero una bambina e frequentavo le scuole elementari, un giorno la mia maestra ci assegnò un piccolo tema per casa. Il titolo era “Descrivi la tua cameretta e il paesaggio che si vede dalla tua finestra”.

Non avevo sicuramente bisogno di guardare la mia stanza per descriverla e quindi, pur trovandomi a casa di nonna, iniziai senza problemi. Ero brava a scrivere a quei tempi, più di quanto non lo sia ora, probabilmente, perché molto più spontanea. Scrissi dei miei mobili bianchi, dei miei giochi, del mio letto con il piumone colorato e, quando arrivai a descrivere il paesaggio che si estendeva oltre i vetri della piccola finestra, parlai delle montagne alte all’orizzonte e delle piccole strade di periferia. Mia mamma lesse il tema la sera e, pur non compiendo alcuna correzione, mi fece notare che, dalla mia finestra, non si vedeva alcuna montagna.

Non so perché questo ricordo risulti tuttora particolarmente vivido nella mia mente ma rammento perfettamente la mia delusione e, soprattutto, la mia immensa sorpresa di fronte a quella rivelazione.

Nessuna montagna… nemmeno l’ombra. Come avevo fatto a sbagliarmi, a illudermi che ci fosse?

 

Ho ripensato a tutto questo oggi, in macchina, mentre notavo l’enorme quantità di particolari che ogni giorno, nel mio percorso quotidiano, mi sfuggono.

 

Credo esista qualcosa, nel mezzo della mia mente, che continua filtrare le informazioni provenienti dal mondo esterno per poi riempire gli spazi vuoti, frutto della mia distrazione, con i prodotti della mia fantasia…

Montagneultima modifica: 2010-02-03T23:14:53+00:00da aesha
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Montagne

  1. Io nella mia lunga vita e nel mio lungo peregrinare per l’Italia, di stanze e di finestre ne ho cambiate a bizeffe, eppure devo dirti che se qualcuno mi avesse chiesto cosa vedi dalla tua finestra, preso cosi alla sprovvista avrei saputo dire ben poco.
    Spesso particolari anche grandi sfuggono senza volerlo, non per nulla si dice se vuoi nascondere qualcosa mettila li in bella vista.

  2. A volte vediamo…ciò che la “memoria del cuore” ci suggerisce… e non è detto9che sia quello che la realtà ci offre!

    Grazie del tuo passaggio. Ti rinnovo l’augurio per un sereno fine settimana.
    Ma dimmi… hai visto la soluzione del post precedente? ^_^

    Un caro saluto
    yeasty

  3. Si, certo! Anche se un pochino in ritardo non potevo mica perdermi la soluzione! 😀
    Come al solito i piccoli aneddoti che racconti sono delle vere e proprie perle di saggezza ma devo ammettere che molti si erano davvero avvicinati alla soluzione già dai primi commenti. 😉
    Hai degli amici in gamba!

Lascia un commento