Vuoto

A volte, paradossalmente, ci si sente quasi schiacciati dal vuoto.

Il vuoto che si ha dentro e che, poco a poco, ci si crea anche attorno nella convinzione di essere profondamente sbagliati, inadatti, incompresi…

Vuotoultima modifica: 2009-12-12T18:58:44+00:00da aesha
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Vuoto

  1. Argomento fin troppo delicato per permettermi considerazioni personali… Ti lascio una citazione di un autore che mi è molto caro…

    Diceva un foglio bianco come la neve: “Sono stato creato puro, e voglio rimanere così per sempre. Preferirei essere bruciato e finire in cenere che essere preda delle tenebre e venir toccato da ciò che è impuro”. Una boccetta di inchiostro sentì ciò che il foglio diceva, e rise nel suo cuore scuro, ma non osò mai avvicinarsi. Sentirono le matite multicolori, ma anch’esse non gli si accostarono mai. E il foglio bianco come la neve rimase puro e casto per sempre – puro e casto – ma vuoto (Kahlil Gibran)

  2. Quello che serve veramente per evadere da questo vuoto che spesso nella vita ci attenaglia,secondo me è cercare di diventare parte attiva, dando un nome alle emozioni, riconoscendo e accettando il senso di vuoto che provoca sofferenza, trovando attraverso la consapevolezza qualcosa di autentico in grado di dare un ritmo diverso alla quotidianita’
    A volte occorre cambiare qualcosa di noi o delle nostre abitudini che quasi inconsapevolmente ci fanno soffrire, Solo noi stessi siamo in grado di riconoscere la strada per uscire dalla routine,ma solo attraverso la comprensione di noi e dei nostri sentimenti
    ciao Tesoro, un abbraccio Natalizio..

Lascia un commento